News
13 Luglio 2022

Mercato casa, un 2022 positivo «Fondamentale la competenza»

I temi emersi dal convegno «Rigenerazione urbana: un nuovo modo di abitare organizzato da Fimaa Bergamo»

Dove sta andando il mercato immobiliare? Quanto inciderà sui prezzi delle case la crisi determinata dalla guerra e dai rincari delle materie prime? E l'aumento dei tassi dei mutui strozzerà il mercato? Tutte domande al centro del convegno «Rigenerazione urbana: un nuovo modo di abitare organizzato da Fimaa Bergamo mercoledì 6 luglio al Teatro-Chiostro alle Grazie.

«Il 2021 si è chiuso con numeri confortanti, con 750 mila compravendite in Italia, di cui più di 2.100 a Bergamo e oltre 17.500 in provincia, per un totale di quasi 20 mila, pari al 2,7% del totale nazionale - ha sottolineato Oscar Caironi, presidente Fimaa Bergamo - Anche il 2022 è cominciato bene nonostante l'aumento dei tassi dei mutui: a oggi sono state siglate 250 mila compravendite e la stima è di chiudere l'anno a quota 700 mila. Scenari futuri a parte, è fondamentale proseguire sui binari dell'etica e della competenza per un mercato più selettivo e trasparente e che deve mettere al centro dell'attenzione il cliente e intercettare i suoi bisogni».

Il trend positivo è stato confermato anche dai numeri presentati da Luca Dondi Dall'Orologio, a.d. Nomisma-osservatorio Immobiliare: «Nessuno pensava a una ripresa del mercato così evidente dopo il Covid e da una nostra indagine è emerso che la casa rimane in cima alle aspirazioni degli italiani con circa 3,3 milioni di famiglie disposte all'acquisto dell'abitazione. Il 90% è una domanda di prima casa, mentre quella legati agli investimenti immobiliari è legata alla concessione di credito. Riguardo invece al mondo dell'impresa e del terziario il mercato immobiliare soffre ancora, con prezzi invariati rispetto al 2021».

Il convegno, aperto dai saluti del direttore Ascom Confcommercio Bergamo, Oscar Fusini, e dal vicepresidente Luciano Patelli, è stato anche l'occasione per consegnare gli attestati di partecipazione ai 30 partecipanti del master di alta formazione promosso da Fimaa Bergamo in collaborazione con Ascom Formazione. A concludere i lavori una tavola rotonda insieme a Marzia Pesenti, vicepresidente Ordine degli Architetti di Bergamo, e a Renato Guatterini, vicepresidente Ance.